Cerca
  • Simone

La fase di rullaggio più bella della mia vita



Avete presente la fase di rullaggio di un volo? Il rullaggio è quella manovra che precede il decollo. É una fase delicata, un po' come quando entri al casello in autostrada in una di quelle giornate da bollino nero e ti devi immettere: la tensione e i battiti cardiaci sono al cardiopalmo. Il decollo invece è quel momento in cui le vibrazioni sono così talmente forti che anche se stai partendo da Ancona per Catania in realtà ti sembra di essere Luca Parmitano sulla Soyuz che sta tentando di raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale. Avete presente no?!


Ecco, proprio un attimo prima del decollo, ma solo dopo che le hostess e gli steward (le hostess sono le assistenti di volo "donne" mentre gli steward sono gli "uomini" o così dovrebbe essere...) abbiano fornito tutte le indicazioni di sicurezza in caso di atterraggio di emergenza (che anche se sei il più coraggioso ed ottimista dei viaggiatori, in quell'attimo lì un pensierino negativo ti passa per la testa eh...ammettiamolo!), ecco, in quel lasso di tempo si abbassano le luci ed inizia a diffondersi nell'aria "Nel blu, dipinto di blu" del grande Modugno ma nella soave versione interpretata da Malika Ayane. Una figata pazzesca! Be' non ci crederete ma la compagnia in questione é Alitalia e ho avuto per mia fortuna la possibilità di vivere questa esperienza proprio qualche anno fa.


Mi trovavo sul volo FCO/LED. Ah scusate...volevo scrivere Fiumicino/San Pietroburgo, le sigle degli aeroporti sono una deformazione professionale, roba da Travel Designers e smanettoni Skyscannerizzati.

Mi ricordo che a bordo ci hanno servito un pasto che in confronto l'Happy Meal del McDonald's sarebbe sembrato un piatto da ristorante stellato e ricordo anche che non era disponibile il vino bianco. Anzi nessun tipo di vino. Ora, sia chiaro: non sono il classico tipo che cerca il cibo italiano all'estero. Non fatevi un'idea sbagliata di me. Anzi, per chi mi conosce bene, sa che è l'esatto contrario (chiedetelo ad esempio ai clienti che erano con me ad Agosto scorso in Giappone...sono tutti tornati a casa in splendida forma!). Ma del buon cibo italiano a bordo di quella che dovrebbe essere la compagnia di bandiera della nazione in cui si mangia meglio al mondo me lo aspetto e come! Non pretendo che mi fai una carbonara espressa ma neanche che mi servi una pseudo-galantina-super-industriale. Mettetevi per un attimo nei panni di un viaggiatore straniero che vola con quella che "dovrebbe" essere la compagnia di bandiera italiana: non vi aspettereste anche voi una semplicissima fetta di ciauscolo, un calice di Verdicchio (preferibilmente di Matelica) e una fetta di pane fresco?! E ovviamente: Caffè&Varnelli per i passeggeri della provincia di Ancona e Caffé&Meletti per gli ascolani. Non mi sembra di chiedere tanto!!!


Interrompo solo per un attimo questo momento di poesia per riportarvi sulla Soyuz con "Nel blu, dipinto di blu" nelle orecchie. A me piace un sacco, mi rilassa!

Qui sopra trovate il video, vi consiglio di sedervi comodi, di chiudere gli occhi e di premere Play. (Anzi no...premete prima Play e poi chiudete gli occhi che se vi parte il video sbagliato fate un gran casino!).


"Penso che un sogno così non ritorni mai più..."

72 visualizzazioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

© 2020 ETNIKAMENTE | Blog by Etnika Viaggi - Via Donizetti, 25 Castelfidardo (AN)